Perché Shingle22J

  • I

    l 22 gennaio ricorre per Anzio e per Nettuno l’anniversario dello Sbarco, chiamato dagli alleati “Operazione Shingle”.
    Per diversi giorni gli azzurri, bruni ed i verdi del lido si sono tinti di rosso, che ha impregnato in modo indelebile non solo gli elementi ma anche tutte le coscienze vicine e lontane. Gli uomini nei bunker e gli uomini dei mezzi da sbarco partecipano ad un massacro per la difesa dei propri spazi, a causa dell’infelice raccordo politico dei quadri mondiali, lasciando nel mare, sulle spiagge e nelle campagne di queste miti cittadine un segno profondo.
    La nostra generazione non può sicuramente dimenticare il film The Wall dei Pink Floyd, opera semibiografica di Roger Waters, cittadino onorario della città di Anzio, in cui è descritta la triste vicenda del padre che perse la vita nel corso dello sbarco. Nel film il protagonista Pink edifica con i mattoni simbolici un muro per difendere il proprio io dall’orrore indiretto della guerra, ma l’epilogo ci riserva un colpo di scena con l’abbattimento del muro, divenuto fatto storico a Berlino il 9 novembre del 1989 e grande spettacolo concertistico di Waters l’anno seguente, dove si canta al mondo l’avvio di un’era d’integrazioni.
    L’Arte, nel corso di questi anni, ha incessantemente detenuto lo scranno parlamentare, nello sviluppo di questa nuova sensibilità e con Shingle22j, l’Associazione Culturale 00042 suggella un legame tra Arte e Sbarco, lontano dal tragico e dal nostalgico, per dare spazio allo sbarco dell’amicizia tra i popoli, dell’amore per la bellezza, del dibattito inter-culturale, e della libera espressione.
    Trezeriquarantadue ringrazia tutti gli artisti che si sono impegnati e si impegnano per la realizzazione di questo evento, mostrando ancora una volta quanto l’arte contemporanea sia una variabile senza tempo, dai confini permeabili e sempre necessaria sul confronto in temi di pubblica socialità.
    Le ultime parole di questa breve introduzione vogliamo dedicarle a tutti coloro che hanno sostenuto e sostengono il nostro progetto e a tutti i giovani del nostro territorio con l’augurio di fare sempre di più per l’Arte nelle nostre città:

    “…E se non ci battiamo, se non ci esponiamo in favore del nostro senso estetico, quel velo funebre che è la conformità ottundente finirà per togliere ogni forza al nostro linguaggio, al nostro cibo, al luogo dove lavoriamo, alle strade della nostra città…La risposta estetica conduce all’azione politica, diventa azione politica, è azione politica”. (James Hillman- Politica della bellezza).

  • E

    very year, on January 22, the towns of Anzio and Nettuno celebrate the anniversary of the Anzio landings, the so-called “Shingle Operation”.
    Back then, the colors of the sea, sand and vegetation – blue, brown and green – turned red, changing the elements – and the conscience of people from near and far away places – forever.
    When WWII swept through Europe, pulling in the major powers around the globe, the men in the tanks and landing craft fought and took part in a massacre to defend our country, leaving their mark on the sea, sand and land of the surrounding towns. Our generation will never forget Pink Floyd’s movie “The Wall”: Roger Waters’(who was recently made an honorary citizen of Anzio) semi-autobiographical story of a young man whose father was killed in action during WWII. Pink, the main character, builds a mental wall between himself and the rest of the world to forget the horrors of war but at the end there is a dramatic turn of events and the wall is torn down. It recalls a historic fact that occurred on November 9, 1989, the fall of the Berlin wall:
    the following year Roger Waters held a great concert in Berlin to tell the world that a new era of integration had begun. Art, over the past several years, has played a key role in raising awareness of the issue of integration: with Shingle 22j, the 00042 Cultural Association wishes to strengthen the bond between Art and the Anzio landings, to promote a new landing, which does not revolve around a tragic event but around friendship and love and beauty, as well as intercultural debate and freedom of expression.
    The 00042 Cultural Association wishes to thank all the artists who helped make this possible, by demonstrating, once again, how important and timeless and boundless contemporary art is, and what a key role it plays in raising awareness of topical issues. We would like to dedicate these words to all those who supported – and still support – our project and to all the young people who live in the area, hoping that, together, we can really make a difference and promote Art in our towns.


X

Il nostro sito fa utilizzo di cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione si accetta l'utilizzo dei suddetti cookie. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close